Sovranita(ANSA) – GENOVA, 30 LUG – “Trovo incomprensibile qualsiasi
riforma elettorale tesa a conferire vittorie o premi di
governabilità senza l’espressione di una reale maggioranza.
Prevedere l’affidamento del governo a una coalizione o forza
politica che non abbia ottenuto il 51 % dei voti, vuol dire
legittimare la vittoria a una minoranza. E questa scelta è
profondamente anticostituzionale”. E’ quanto ha affermato
Massimiliano Tovo Segretario UDC Genova a proposito della legge
elettorale approvata in commissione ieri e in aula la prossima
settimana. “Sulle riforme elettorali manca lo spirito del ’48,
prevale la rincorsa alla vittoria e l’anticostituzionalità.
Riformare rimane una prerogativa irrinunciabile ma questo non
deve coincidere con forme che offendono la libertà e le
intelligenze democratiche”.
(ANSA).

Annunci