ANNUNCIO E DIETROFONT IN DUE GIORNI.

TOVO: ” NON CI HANNO AVVERTITI”

ATP PASTContrordine passeggeri. Ha tutta l’aria di essere un vero e proprio pasticcio, la vicenda del nuovo orario cambiato all’ultimo momento e altrettanto velocemente ritirato sulla linea E dei pulman ATP che attraversano Sant’Olcese e Serra Riccò. Nei giorni scorsi infatti,(mercoledì e giovedì) agli utenti dei bus azzurri che viaggiano su quella tratta è stato distribuito direttamente sulle corriere un nuovo orario in vigore da oggi. Quindi con un margine piuttosto ristretto. Ma quella stessa comunicazione, già il giorno dopo, (venerdì pomeriggio) non era più valida. Quindi oggi ( e nei prossimi giorni) tutto resta come prima. Se qualcuno non ci avesse capito gran che, oltre a essere ampiamente giustificato,potrebbe provare a seguire il racconto dell’assessore ai Trasporti di sant’Olcese Massimiliano Tovo, che tenta di ricostruire la vicenda. “Da qualche tempo si parla di spostare il capolinea della linea E di ATP dai portici adiacenti a Nostra Signora della Neve al Giro del Vento sempre a Bolzaneto – spiega Tovo- Un trasloco ritenuto necessario dopo le proteste di alcuni abitanti. Ma questa decisione presenta due problemi fondamentali. Per prima cosa, in questo modo, si allungano il percorso e i tempi di percorrenza. E visto che i lavoratori di ATP non possono fare straordinario, a seguito della situazione di crisi dell’azienda, si rischia seriamente che alcune corse saltino. E poi noi , come Comune di Sant’Olcese ( ma anche l’amministrazione di Serra Riccò) abbiamo un accordo di programma con ATP e queste decisioni devono essere prese insieme. Invece il cambiamento è stato fatto in modo unilaterale. Dopo le nostre proteste l’azienda è tornata sui propri passi. Anche se il percorso si allunga vorremmo capire chi è che paga quei chilometri in più, visto che riguardano il Comune di Genova”.

Diego Curcio

Pubblicato sulle pagine de Il Corriere Mercantile, 20 Aprile 2014

Annunci