“UNA GARANZIA PER IL FUTURO DELLA LINEA FERROVIARIA, SI SCONGIURANO COSI’ IPOTESI DI CHIUSURA, SAREBBE CONTROPRODUCENTE INVESTIRE RISORSE PUBBLICHE PER POI SOSPENDERE IL SERVIZIO”.

 Entro la fine di luglio partiranno gli interventi di manutenzione straordinaria sulla linea Ferrovia Genova Casella. Lavori che come ha annunciato Vesco,assessore regionale ai Trasporti, nel corso di un incontro con gli enti interessati, erano inderogabili e che verranno realizzati  nel periodo estivo, periodo in cui si dovrebbero creare meno disagi possibili all’utenza. Infatti per consentire la messa in opera di questi lavori, il servizio erogato dalla FGC sarà interrotto per circa  due mesi, sostituendo le corse del treno con un servizio di pullman integrativo. Ritengo opportuno mettervi a conoscenza delle comunicazioni che ho ricevuto nel corso di un’importante riunione, con Regione Liguria, FGC, AMT, Enti Locali e utenti , attraverso questo documento di sintesi estratto da materiale informativo preparato da AMT.treninoCasella

Non appena avrò il file con le immagini relative al progetto e ai lavori qui di seguito descritti in una veloce sintesi, lo farò pubblicare sul sito del comune di Sant’Olcese.

I lavori di manutenzione straordinaria comporteranno un periodo di interruzione della linea FGC, (circa due mesi si dovrebbe iniziare intorno al 20 luglio per finire i lavori intorno al 20 settembre ), che sarà sostituita da un servizio di pullman. Informazioni più dettagliate in merito agli orari e al percorso della linea sostitutiva saranno fornite nei prossimi giorni direttamente dall’azienda.

L’inizio e la realizzazione di questi lavori, che non si potevano più rimandare, sono importanti per garantire il futuro della linea ferroviaria Genova- Casella; forse questa situazione potrà creare qualche disagio, ma considero questi interventi fondamentali e un buon auspicio per tutti, dal territorio agli utenti.

Il ponte di Fontanassa era oramai al limite di sopportazione, andava sostituito per ragioni di sicurezza e ottimizzazione dello stesso servizio erogato dalla FGC.

Questo intervento, dicevo, è incoraggiante perché sta a significare che la Regione ha intenzione di mantenere vivo questo servizio, e gli investimenti previsti per le opere programmate l’estate 2013, e per quelle relative al 2014 sono una testimonianza estremamente positiva.

Quest’estate avremo qualche difficoltà, che sarà superata guardando ai risultati previsti per il prossimo futuro, che indicano allo stato attuale ipotesi di continuità e di potenziamento della FGC.

Garantisco che l’impegno assunto  dall’assessorato ai trasporti del Comune di Sant’Olcese, in osservazione alla volontà del Consiglio comunale e degli utenti, rimane all’ordine del giorno, e credo che la realizzazione di questi interventi ne siano anche una concreta risposta .

NOTA ESPLICATIVA IN SINTESI SU TIPOLOGIA DEGLI INTERVENTI PREVISTI

INTERVENTI  DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA ALLE OPERE METALLICHE

L’Ustif, l’ufficio speciale trasporti a impianti fissi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha stabilito l’intervento di manutenzione straordinaria sulla Ferrovia Genova – Casella in località Crocetta d’Orero e Fontanassa.

Si tratta di due importanti interventi.

1)In particolare sarà sostituito integralmente il ponte metallico in località Fontanassa in considerazione della natura “provvisoria” del vecchio manufatto, messo in opera nel 1953 a seguito di eventi alluvionali che provocarono il crollo dell’originario tombino in muratura. L’integrale sostituzione consente una minore interruzione del servizio ferroviario rispetto a quello di risanamento della travata esistente, ed inoltre non darebbe le stesse garanzie di manutenibilità

futura rispetto alla nuova opera.

2)Il secondo intervento riguarda la travatura metallica tipo Differdingen in località Crocetta d’Orero su una struttura messa in opera nel 1960 a seguito di un movimento franoso che aveva provocato lo smottamento della sede ferroviaria. Il lavori di manutenzione straordinaria consistono nella costruzione di fondazioni in calcestruzzo (le travi sono appoggiate su cataste di traverse di legno), in un rinforzo della struttura metallica con l’introduzione di passerelle laterali e nel riassetto generale del terreno in adiacenza al ponte inclusa la ricostruzione delle opere di smaltimento delle acque.

Questa tipologia d’interventi richiede la chiusura dell’impianto per un periodo di 60 gg, in quanto non è possibile la posa del nuovo ponte metallico in concomitanza dell’esercizio ferroviario.

 ULTERIORI INTERVENTI DI MANUTENZIONE

In questo contesto sono stati preventivati ulteriori interventi di manutenzione straordinaria all’armamento  e alla linea aerea allo scopo di assicurare la sicurezza e la regolarità dell’esercizio ferroviario della linea.

Per sopperire agli attuali rallentamenti sulla linea, che penalizzano fortemente la regolarità di marcia dei treni, sono previsti le seguenti azioni :

a)    Località Fontanassa: risanamento e livellamento nella Galleria Fontanassa I e tra i pali 399-403;

b)    Piazzale Stazione Vicomorasso: risanamento,revisione di parte dei binari e sostituzione integrale di due scambi;

c)    Casella Deposito e Casella Paese: risanamento e livellamento nel tratto dal ponte su fiume Scrivia compreso fino all’ingresso nella stazione di Casella Deposito;

 

E’ prevista, inoltre, una revisione sistematica della linea aerea per trazione elettrica installata all’inizio degli anni ’90.

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEPOSITO FERROVIARIO DI CASELLA

 E’ allo studio un progetto per la realizzazione di un’officina per i lavori di manutenzione dei treni e di un adiacente edificio atto ad ospitare servizi sia per il personale viaggiante che per il personale impegnato nella manutenzione.

Per poter realizzare queste opere è necessaria la demolizione di un fabbricato in muratura di due piani ormai fatiscente, ma ancora utilizzato dal personale viaggiante ad inizio e fine servizio, la rimozione di alcune baracche in lamiera, la modifica di alcuni elementi dell’armamento ferroviario e delle linee elettriche di sevizio, una sistemazione generale dell’area circostante, un binario di lavaggio per elettrotreni

L’officina sarà realizzata con capannone prefabbricato delle dimensioni di circa 65×12 metri. All’interno del capannone saranno ospitati due binari per la manutenzione e ricovero di due elettrotreni. In ingresso saranno poste le fosse per la rimozione e la manutenzione dei carrelli di elettrotreni e carrozze. Il resto del capannone sarà poi diviso in due linee di lavoro in senso longitudinale.

L’edificio servizi, realizzato in muratura ed in adiacenza al capannone officina, sarà a due piani. Il piano terra è suddiviso in due zone funzionalmente differenti dal vano scale centrali: da un lato vi sarà un’altra area magazzino, dall’altra uno spogliatoio e i servizi igienici per il personale dell’officina.

Al piano terra è stato predisposto anche un locale ufficio per il personale dell’officina/magazzino.

Il primo piano sarà invece dedicato al personale d’officina, ma anche al personale viaggiante, con spogliatoi, servizi igienici, sala pausa/refettorio e dormitorio.

Il progetto prevede la predisposizione di un’area impermeabile delle dimensioni di 23×5 metri, la posta lungo l’attuale binario morto posto più a nord nel piazzale. Tale area, realizzata in calcestruzzo armato ed opportunamente sagomata per la raccolta e il convogliamento delle acque, potrà fungere in futuro da area lavaggio treni.

La costruzione del nuovo deposito/officina ( non prima dell’estate 2014) consentirà l’utilizzo di un nuovo materiale rotabile a potenza distribuita, di maggiori prestazioni e comfort e minor peso per asse, già in via di acquisizione e , unitamente alle opere di manutenzione straordinaria in via di realizzazione, una riqualificazione generale dell’impianto che consentirà la valorizzazione del ruolo della linea e dei servizi ferroviari di particolare valenza turistica e sociale.

La Regione Liguria, con il finanziamento delle opere illustrate, riconosce la necessità di adeguare costantemente la qualità dei servizi e di perseguire obiettivi di efficienza del servizio, presupposto indispensabile per una corretta politica della mobilità.

 

 

Annunci